Parole italiane nel mondo


Il_mandolino_html_m35c894ed

Gli italiani, famosi nel mondo per la pizza, gli spaghetti, il mandolino e la mafia??

Forse… Sicuramente il pregiudizio ci attribuiva alcune di queste ‘specialità’, ma facciamo chiarezza. La pizza è ormai famosa nel mondo, quella inventata a Napoli, ma oggi prodotta con grande maestria da pizzaioli di origine egiziana; gli spaghetti, anch’essi notissimi, se di buona marca possono essere cucinati ‘all’italiana’ in qualunque paese del mondo; il mandolino, beh, sì, uno strumento a corde nato in Italia, il primo fu realizzato a Napoli nel XVII secolo, oggi strumento da collezione, molto difficile da suonare e, ahimè, non più utilizzato per le serenate notturne, ma con più virtuosismo nelle orchestre barocche.

Rimane la mafia, ebbene sì, quella mai sconfitta ed ancora gravemente radicata nel Paese, e che oggi moltissimi cittadini combattono con fermezza. Molto più difficile da snidare perché ‘vestita’ in altro modo rispetto agli anni in cui ha avuto origine. Oggi non porta più la ‘coppola’, né l’abito gessato di Al Capone, ma ha assunto aspetti più pericolosi perché si è infiltrata nel mondo degli affari, della finanza e come altre grandi organizzazioni criminali del mondo, controlla una grossa parte dell’economia.

Vi consigliamo una lettura: http://www.libera.it, il sito di un’Associazione italiana che combatte contro questa ed alte organizzazioni criminali. Nel 2012 è stata inserita dalla rivista The Global Journal  nella classifica delle cento migliori O.n.g. del mondo.


(MeS)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...