26 settembre – Giornata europea delle Lingue


 

GRAZIE

 

Fatti linguistici

Sapevate che …?

01Ci sono tra 6000 e 7000 lingue nel mondo parlate da 7 miliardi di persone divise in 189 stati indipendenti.

02Ci sono circa 225 lingue indigene in Europa: circa il 3% del totale mondiale.

03La maggior parte delle lingue del mondo sono parlate in Asia e in Africa.

04Almeno la metà della popolazione del mondo è bilingue o plurilingue, es. parla due o più lingue.

05Nelle vita quotidiana gli europei si “scontrano”spesso con le lingue straniere. C’è una necessità di generare, tra i cittadini europei, un maggiore interesse per le lingue.

06Molte lingue hanno 50.000 parole o più, ma di solito coloro che le parlano conoscono e usano solo una parte del vocabolario totale: nelle conversazioni di tutti i giorni le persone usano le stesse parole, poche centinaia.

07Le lingue sono costantemente in contatto tra di loro e si influenzano in molti modi: nel passato, l’inglese ha preso in prestito molte parole ed espressioni da molte altre lingue, ed ora le lingue europee prendono in prestito molte parole dall’inglese.

08Nel suo primo anno un bambino pronuncia una vasta gamma di suoni vocali, a circa un anno le prime parole pronunciate sono incomprensibili, a circa tre anni si formano le frasi complesse, a cinque anni un bambino possiede diverse migliaia di parole.

09 La lingua madre è di solito la lingua che si usa e si conosce di più. Ma ci possono essere “bilingui perfetti” che parlano due lingue altrettanto bene. Normalmente, però, i bilingui non presentano un perfetto equilibrio tra le due lingue.

10Il bilinguismo porta con sé molti vantaggi: rende più facile l’apprendimento di altre lingue, migliora il modo di pensare e promuove i contatti con altre persone e le loro culture.

11Il bilinguismo ed il plurilinguismo danno anche dei vantaggi economici: si trova lavoro più facilmente se si parlano lingue diverse, e le aziende multilingue sono più competitive rispetto a quelle monolingui.

12Le lingue sono in relazione tra loro come i membri di una famiglia. La maggior parte delle lingue europee appartengono alla grande famiglia indo-europea.

13La maggior parte delle lingue europee appartiene a tre grandi gruppi: germaniche, romanze e slave.

14La famiglia delle lingue germaniche comprende danese, norvegese, svedese, islandese, tedesco, olandese, inglese e yiddish, tra gli altri.

15Le lingue romanze sono italiano, francese, spagnolo, portoghese e rumeno, tra gli altri.

16Le lingue slave sono russo, ucraino, bielorusso, polacco, ceco, slovacco, sloveno, serbo, croato, macedone, bulgaro e altre.

17Molte lingue europee usano l’alfabeto latino. Alcune lingue slave usano l’alfabeto cirillico. Greco, armeno, georgiano e yiddish hanno il loro alfabeto.

18La maggior parte dei paesi europei hanno un numero di lingue regionali o minoritarie – alcuni di questi hanno ottenuto lo status ufficiale.

19Le lingue non europee più diffuse sul territorio europeo sono l’arabo, cinese e l’hindi, ognuna con il suo sistema di scrittura propria.

20La Russia (148 milioni di abitanti) ha di gran lunga il maggior numero di lingue parlate sul suo territorio: da 130 a 200 a seconda dei criteri.

21A causa del flusso di migranti e rifugiati, l’Europa è diventata in gran parte multilingue. Solo a Londra, si parlano 300 lingue (arabo, turco, curdo, berbero, hindi, punjabi, ecc.).

Copyright 2007-2012 Council of Europe

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...